Batman – the dark knight rises

Batman rises

Attenzione: questo articolo contiene spoiler sul film, comprese notizie sul finale.
Se non l’avete ancora visto e non volete saperne, NON leggetelo.
Fatelo a vostro rischio e pericolo, non rompete le balle a me dopo.
Ciapz!
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Ed eccoci qui: fine dei giochi.
L’ultima parte di una trilogia, che poi tutto sommato non sembra nemmeno l’ultima parte, lasciando quasi una speranza nel finale con un accenno al ragazzo meraviglia che dovrà prendere l’eredità Wayne e portare avanti il simbolo della lotta contro il crimine a Gotham City.
Personalmente ero andato con molti pregiudizi leggendo i peggio commenti negativi sul film in giro per il web.
Una sola persona mi aveva detto “vado a vedere batman, e batman ho visto, senza pretendere nulla di più”.
Ed in effetti è così. chi si aspettava un film da premio oscar, chiaramente rimane deluso.
Però, devo anche dire che se i primi due mi hanno dato un po’ di pathos, questo mi è quasi scivolato via.

Ci sono 4 cose su cui punto il dito, ad essere sincero:
1 – L’insopportabile Bane
Ok, è il cattivo, non deve essere simpatico.
Ma qui c’è un problema di fondo di natura diversa che non quella del nemico, qui c’è un problema serio di tono e di doppiaggio.
Ho visto il film nel mio idioma natio e non so se in originale sia differente, ma è orribile il tono con cui parla Bane e la cadenza della voce.
Al limite del nauseabondo, solo nel finale smette di avere quell’orribile cadenza che non si capisce bene da dove salti fuori e che ti farebbe preferire sentirlo parlare in bergamasco con un “pota” ad ogni inizio frase.
Non so, inoltre, se per difetto tecnico del cinema in cui ero (voto audio alla sala: 4 scarso…), ma talvolta il sonoro degli effetti speciali e delle scene copriva la voce di Bane senza far capire cosa dicesse.
Insomma, poteva essere interessante, invece risulta ridicolo con una sorta di vocina stridula quando ci si aspettava una profonda e cavernosa voce alla Dart Vader.

2 – i ritmi di montaggio completamente segati
Troppo troppo troppo troppo parlato e troppe seghe mentali in un film dal quale non ci si aspetta certo la filosofia del piccolo Buddah, ma almeno un po’ di ritmo sostenuto.
Un enorme pastrocchio di scene in cui nel momento clu tutto cambia per diventare un dialogo lungo e alla fine noioso.
Perchè?
Già i primi due ogni tanto peccavano di questo difetto, ma non erano così pesanti come lo ho avvertito in questo.
Certo, non è il blockbusterone e non è il “Cowabonga” della situazione di Clooniana memoria in quello sciagurato vecchio Batman&Robin che avremmo preferito non vedere mai….

3 – Alfred
Alfred è sempre stato il personaggio fantastico del film, che con humor inglese spiazzava Wayne, lo metteva sulla retta via, gli faceva da padre e mentore saggio.
Qui viene ridotto a un piagnucolante lamentoso vecchio che cercando di far passare messaggi di saggezza non fa altro che suscitare l’effetto inverso.
Ridatemi il vecchio Alfred: a noi piaceva così!

4 – Batman dov’è??
E infine, in un film dove il titolo è “BATMAN”, ci si aspetta di vederlo da qualche parte e in qualche modo…
Sembra di vedere l’ultimo Spiderman con Tobey Maguire, dove la presenza ingombrante di Peter Parker oscurava l’alter ego mascherato.
Va bene le seghe mentali e il dilemma filosofico sul tornare, non tornare, lo smarrimento interiore, il “chi siamo, dove andiamo, perchè si sono estinti i dinosauri”, ma anche questa cosa è stata bilanciata male.
SE a tutto questo aggiungiamo una sana dose di ninnoli tecnologici (moto fighissima nel design, che diventa una troiata immane -passatemi il francesismo- quando deve curvare…. bat-wing, aereo superbabbà a decollo verticale con superelica che nemmeno le batmobili rubate dai cattivi riescono ad abbattere…. O_o ) del tutto inutili che vanno solo a soddisfare quell’ego da grafica 3d che va tanto di moda, beh, abbiamo un quadro più completo della cosa.

In definitiva, quindi, fa schifo, direte voi dopo aver letto sopra.
No, non fa schifo, no, non è noioso, no, non è brutto, si andatelo a vedere.
Ma andatelo a vedere aspettandovi Batman, non un film da oscar.
Un Batman in cui troviamo in qualche modo la reunion di tutti i personaggi comparsi nei due precedenti (Joker escluso per evidenti motivi…) e una nuova riscoperta dell’io di un personaggio che si era smarrito.
Poi, al limite, potete dire di essere andati a vederlo anche giusto per concludere la trilogia, se di tutto il resto non vi interessa.

Augh.

PS: passino molti luoghi comuni sul nostro bel paese, ma che uno venga qui in italia, si sieda al caffè e ordini il Fernet Branca, fa un po’ troppo pubblicità occulta neanche troppo occulta.
Voto agli inserimenti pubblicitari malcelati nel film: 2

Lascia un commento

Al momento, non c'è nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...