STAR WARS: Il risveglio della forza – Recensione senza spoiler di un film non ancora visto.

Star_Wars_The_Force_AwakensEd eccoci qui, a fare anche la recensione di questo ennesimo capitolo di Star Wars…. Che uno si immagina che ormai, dopo sei episodi di cui tre belli negli anni 80, tre un po’ cagosi nei duemila, quello là ha smesso di pensare a sta forza cosmica che tutti ci credono ma che nessuno riesce ad usare, e invece no. Taaac! Ecco il capitolo sette, dove la forza che dormigliava qui a là, decide di risvegliarsi per fare un culocosì a tutti i cattivi e ciaobbelli, “io so bbrutto so nero so calimero!”

Che razza di recensione è?
Eh, un attimo.. Calma e gesso che intanto bisogna spiegare una cosa.
Bisogna spiegare che questa sarà una recensione senza spoiler e se spoiler ci sono sono del tutto involontari, quindi potete leggere tranquillamente e considerare non attendibili le notizie riportate.
Un po’ come quando al tempo, col Valso, si parlava di fare il giornale “il Fallito”, giornale di notizie false e tendenziose che non interessano a nessuno. Poi è uscito Libero e ci hanno fottuto l’idea, ma questa è un’altra storia….
Insomma, no spoiler è la parola che in questi giorni sta impregnando i social, perchè voi grattaculosi che siete andati alla prima suscitate l’invidia di noi ciccipasticci che la prima manco ce la sognamo, un po’ perchè non ci interessava avere il biglietto, un po’ per andare controtendenza, un po’ per non essere hipster come voi che il risvoltino dei calzoni ve lo taglieremmo con la motosega e non avete idea di quello che faremmo alla vostra barbaccia e quella pettinatura da roccabbilli che vi portate dietro in tempi non sospetti.
(?) – Boh, tu lascia fare… – Ok.

Se quindi da una parte abbiamo la forza del bene che non vuole lo spoiler, dall’altra abbiamo una compagine di tamarri dei nostri tempi che non solo vanno al cinema alle prime, ma ci vanno pure vestiti da beduini, da frati, da camilli. L’unico che non si vede mai come costume, e francamente non se ne capisce bene il perchè, è quello dei sabipodi, che sono così teneri e omerici nei loro versi gutturali e nello sfoggio dei loro bastoniclava, che non ho ben capito perchè tutti si ostinino a voler comprare ammenicoli laser malfunzionanti quando potrebbero rubare il bastone della nonna ed essere perfettamente attrezzati.

Abbiamo eliminato il discorso spoiler? Si.
Abbiamo eliminato il discorso travestimenti/fans/hipster? Si.
Cosa rimane? LA trama.
Ohhh, la trama… (un po’ come “Albano…” Nella canzone di Caparezza).
La trama è sempre la solita: In una galassia lontana lontana….
E che volete che vi dica? Che vi racconti il film? Eggià.. e per quello esiste il cinema, andate a vederlo no?
In una galassia lontana lontana ci sono persone che fanno cose e vedono gente.
Quello che stupisce è come in una galassia lontana lontana parlino così bene anche il nostro linguaggio.
Questo dà da pensare che tutto sommato forse allora esistano gli universi specchio dove quello che c’è qui ha delle influenze anche di là. Avete presente Fringe, la serie TV? Ecco, una cosa simile ma più su base metrica decimale che su sistemi onanistici dove i galloni prendono il posto di polli grossi. Così, per farvelo capir in fretta eh… poi c’è sempre il beneficio del dubbio.

Comunque, senza andare troppo in giro a menare il can per l’aia, di fatto, cosa dicono i più che manco sanno nulla di quello di cui parlano?
Che gli spoiler che fanno per la maggiore sono quelli sulle morti. La morte nera più di tutte.
E ci dicono che è morto Han Solo. E ci dicono che è morto Ciubecca. E grazie al ciufolo, è una saga che si prolunga in anni nello spaziotempo, qualcuno morirà si. È morto Dartmoul, è morto Quigongin, morì addirittura il venerando Ioda e prima di lui anche Obiuanchenobi, muoiono alcuni sabipodi, muoiono persino i Giava e gli Iuòcs, muoino i Startrupper e i Stormtrupper e tutti gli altri Trupper, il generale Lee, l’ imperatore che cade giù dalla rupe meccanica e muore anche il Rankor, pace all’anima sua.
Quello che non vi hanno detto, o a cui non siete stati attenti, è che l’unico che non muore veramente, è Boba Fett (quello coi piedoni… babeh, questa era pessima, lo so da me..).
Si, perchè Boba viene buttato nella bocca del verme che lo mangia e ci metterà mille anni a digerirlo, ma appunto nessuno ha mai avuto la prova tangibile che sia stato digerito, perchè mille anni, ancora, non sono passati! Quindi te che ne sai che non sia ancora vivo? Che ne sai che magari fa un pertugio intestinale al verme ed esce di lato, come nella villa? Che ne sai tu di un campo di grano e come può uno scoglio arginare il mare?

Quindi in definitiva, è consigliatissimo, andate a vederlo e divertitevi un casino, come quando eravate piùggiovani e combattevate con le spatelase e facevate colla bocca “giùn”, “giàun”!

Augh.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...