Uno strano caso di insensata ragione.

funny-Kenny-South-Park-death.jpg

Igor: “Oh, guarda là quel tizio! Anche da morto rimane bruttissimo!”

Morte: “Hey, ragazzo, un po’ di serietà in queste cose. Cosa credi, che la morte sia uno scherzo?”

Igor: “Beh, in realtà si… sai, c’è quel precedente di quel tizio di circa duemila anni fa che è morto e poi risorto: non è che te la fa prendere troppo sul serio, ecco..”

Morte: “Dai, Igor, non essere fesso, ci credi veramente?? A Gesù dico…”

Igor: “Beh, nel dubbio, tra credere che sia esistito oppure no, non mi cambia la vita… certo non ho seguito troppo i suoi dettami e diciamo che mi è rimasto neutro, ma se è per questo credo anche a Thor e Loky, al pantheon greco e via dicendo…
E poi mica sono l’unico: dovresti sapere quanti seguaci ha avuto nei millenni a venire!”

Morte: “AH! Questa è bella! Credi in Dio e a Gesù e a tutte quelle cose sul cristianesimo… da non credere!
Hey, Satana, lo hai sentito???”

Satana: “Bah, umani… valli a capire…”

Igor: “Cosa?? Quel tizio sarebbe Satana? Il Diavolo???”

Morte: “Perchè, quanti altri Satana hai conosciuto in vita tua?”

Igor: “Ma mi prendi per il culo?? Cioè, Dio e Gesù non esisterebbero mentre Satana si???”

Morte: “Beh, lui ce l’hai di fronte…”

Igor:  “E poi mi dici che devo prendere seriamente questa faccenda…. ”

 

(stralcio da: “I dialoghi dell’assurdo”)

Annunci

Weather report

temporale

< Perchè piangi? Oggi eri così contento. Ti ho anche visto ridere ad un certo punto…>
< Perchè sei stato cattivo. >
< Io? E che avrei fatto questa volta di così malvagio? >
< Non hai notato quando ho iniziato ad intristirmi? >
< No, sinceramente non ho visto che ora era…. >
< È stato quando la hai uccisa. >
< Ho dovuto farlo. È la natura che ci porta al discorso “mors tua, vita mea”. Se non l’avessi fatto, sarebbe successo un disastro… Tu lo sai meglio di me. Chi più di te mi può capire? >
< Balle.. la tua è solo una corazza dietro la quale nasconderti. Se togliamo i pezzi dell’armatura, il corpo è sempre quello; senza più protezioni, ricomincerai a sanguinare come tutti gli esseri umani. >
< Mi ci ha portato lei a questo punto.. Sai bene che non avrei voluto. Sai meglio di me che mi sarei immolato per lei! E invece, guarda cosa mi ha costretto a fare! >
< CONTINUI A MENTIRE A TE STESSO, MA SAI BENISSIMO CHE QUELLE CHE DICI SONO SOLO MENZOGNE CHE RACCONTI A TE STESSO! >
< Inutile che tuoni contro di me! Le tue saette non mi fanno paura… Ormai l’ho fatto. La sostanza non cambia. E lei non farà nulla per cambiarla! >
< Non finchè tu non lo vorrai… >
< E allora non accadrà mai. Mai più. Il suo sacrificio è stato necessario. Odiami pure per questo e si, hai ragione, sono una brutta persona. Ma era l’unico modo per sopportare il male che cresceva dentro e sopire i demoni…. >
< Io non ti odierò mai più di quanto non lo faccia già tu e non lo farai in futuro… Io sono sopra le parti: siete voi umani a decidere il corso delle vostre quisquilie.. >
< Parli facile te: sei il cielo! Te ne stai lassù e ci tempesti di merda ogni volta che qualcuno ti rende triste… Se questo è il tuo distacco verso le cose che accadono qui sulla terra, siamo a posto… >
< Sei uno sciocco, Igor.. ma questo già lo sai da solo. >
< Già… lo so da solo.. ora continua a piangere e rinfrescami un po’, che è meglio…>
(Da “I dialoghi dell’assurdo – Igor e il Cielo”)